Quest'area permette la configurazione di diversi parametri di Clavis, dalla personalizzazione delle etichette, alla gestione dei parametri di circolazione fino alla configurazione di parametri applicativi e di connessione.

Personalizzazione etichette

Questa sezione permette di modificare le etichette di sistema. Si tratta principalmente di etichette o voci di menu a cui può essere cambiato il nome e l'ordinamento nei menu a tendina (se si tratta di voci che compaiono in una tendina). In questa sezione non sono presenti i valori di sistema che definiscono le regole di circolazione o le etichette delle voci di catalogazione.

È possibile filtrare l’elenco per Lingua o Classe.

Attualmente le classi dei parametri che sono modificabili da questa pagina sono:

Classe

Descrizione

Usato per

ADDRESSTYPE

Tipologia indirizzo

Tipi di indirizzi di contatto dell'utente.

AUTHORITYLINKEDDATA

Fonti di dataset collegati per le authority (personalizzazione).

CLASSEDITION

Edizione (classi)

Numero di edizione Dewey.

CLASSTYPE

Tipo di classificazione

Tipologie di classificazione della voce di authority.

CUSTOMLABEL

Etichette campi custom

Etichette personalizzate utilizzate nella scheda utente o dell'esemplare.

IDDOCS

Tipologie doc. id.

Tipo di documento di identità nella scheda utente.

IM

Messaggeria istantanea

Tipologie di servizi per l'istant messaging nei contatti utente.

ITEMSOURCE

Sorgente (esemplare)

Tipologie di sorgenti di acquisto per gli esemplari.

ITEMCUST1

Campo pers. esemplare 1

Campo personalizzato utilizzato nella scheda esemplare.

ITEMCUST2

Campo pers. esemplare 2

Campo personalizzato utilizzato nella scheda esemplare.

ITEMCUST3

Campo pers. esemplare 3

Campo personalizzato utilizzato nella scheda esemplare.

ITEMICON

Etichette personalizzate simboli Celbiv Immagine esemplare nella scheda esemplare.

LIBRARIANROLE

Ruolo operatore

Tipologie di ruolo visibile in Opac per gli operatori nella biblioteca.

LIBRARYPROPERTY

Attributo biblioteca

Etichette ulteriori attributi nella scheda biblioteca.

PATRONCUST1

Elenco personalizzato 1 (utente)

Etichette personalizzate utilizzate nella Custom List 1 della scheda utente.

PATRONCUST2

Elenco personalizzato 2 (utente)

Etichette personalizzate utilizzate nella Custom List 2 della scheda utente.

PATRONCUST3

Elenco personalizzato 3 (utente)

Etichette personalizzate utilizzate nella Custom List 3 della scheda utente.

PATRONLOANCLASS

Classe utente

Classi utenti distinte, alle quali sono attribuibili diversi parametri di prestito.

PATRONPROPERTY

Attributo utente

Etichette ulteriori attributi nella scheda utente.

PRINTERSDEVICEINDEX

Repertorio

Tipologie di repertorio per le authority di tipo Marca tipografica.

STREET

Tipologia via

Tipi di vie per il contatto dell'utente.

STUDTYPE

Titolo di studio

Titolo di studio della scheda utente.

SUBJECTTYPE

Soggettario

Tipologie di soggettario disponibili.

SUPPLIERPAYMETHOD

Metodo pagamento (fornitore)

Metodi di pagamento accettati dal fornitore.

TITLE

Titolo (utente)

Titolo da far precedere al nome dell'utente.

WORKTYPE

Professione

Professione della scheda utente.

Le etichette sono riepilogate secondo l'ordine di importanza, ovvero secondo l'ordine che avranno nei menu a tendina (se fanno parte di menu di questo tipo). È possibile modificare l'ordine utilizzando le frecce in alto ⬆ o in basso ⬇ nella colonna omonima.

Cliccando l’azione Modifica è possibile modificare e salvare (cliccando l’azione Salva) il valore dell’etichetta. Non è invece possibile modificare la chiave di una etichetta esistente.

Cliccando il pulsante Aggiungi parametro, in basso a sinistra, è possibile aggiungere una nuova etichetta ad una certa classe. Una volta premuto il pulsante verrà aperta la maschera di inserimento in cui è necessario selezionare e inserire: la Classe del parametro, la Chiave utilizzata (possibilmente uno o due caratteri alfanumerici) e il Valore che esprime la chiave. Infine cliccare sul pulsante Aggiungi.

Dopo aver inserito, modificato o cancellato qualsiasi voce nella scheda Personalizzazione etichette, è necessario premere il pulsante Salva presente nella scheda Parametri di circolazione.

Parametri di circolazione

Quest'area permette di definire le regole di circolazione del materiale, indicando i limiti del prestito e delle prenotazioni.

Parametri di prestito

I parametri di prestito sono legati al campo media dell'esemplare ed è possibile applicare un’impostazione personalizzata per ogni classe di utente, selezionandola nel menu a tendina in alto a sinistra.

Per ciascun item media è possibile definire:

  • durata del prestito, espresso in numero di giorni;

  • max prestiti, numero massimo di copie prestabili;

  • durata rinnovo, espresso in numero di giorni;

  • max rinnovi, numero massimo di rinnovi possibili;

  • rinnovo da/a, intervallo di tempo disponibile prima della data di scadenza del prestito in cui l’utente può rinnovare autonomamente dal portale Discovery;

  • avviso, da quanti giorni prima della scadenza del prestito sarà possibile sollecitare l'utente;

  • max distanza, (solo per circolazione a bacini) il massimo della distanza ammesso per il prestito di un dato materiale.

La prima riga non riporta il tipo di materiale e serve per esprimere il valore massimo sull'insieme di prestiti in carico all'utente a prescindere dalla tipologia di materiale, ovvero nessuna delle specificazioni indicate per i diversi item media potrà superare i valori definiti nella prima riga; in particolare è possibile definire:

  • max prestiti;

  • durata prenotazioni, numero di giorni al termine dei quali la prenotazione scade;

  • max prenotazioni, numero massimo di prenotazioni effettuabili dal singolo utente;

  • max operazioni, numero massimo delle operazioni effettuabili dal singolo utente;

  • rinnovo da/a;

  • Avviso;

  • max distanza.

Rinnovo possibile da/a

Indica da quanti giorni prima fino a quanti giorni dopo la scadenza del prestito, l'utente potrà effettuare il rinnovo autonomamente dal portale Discovery. La possibilità concreta di fare il rinnovo dipende comunque dall'assenza di prenotazioni sul materiale a prestito all’utente in quel momento.
I parametri di rinnovo riguardano esclusivamente i rinnovi effettuabili dagli utenti in autonomia, e incidono quindi solo sull'OPAC, mentre gli operatori Clavis hanno sempre la possibilità di effettuare un rinnovo del prestito da Clavis.

Avviso possibile da

Indica da quanti giorni prima della scadenza del prestito sarà possibile sollecitare l'utente.

Scadenza pronto al prestito

Indica dopo quanti giorni scade un pronto al prestito. Passato il numero di giorni indicato, nella pagina dei Pronti al prestito la data di ultimo movimento sarà bordata di rosso, segnalando la possibilità di annullare il pronto prestito all'utente.

Numero massimo operazioni totali

Indica il totale massimo di operazioni (prestiti + prenotazioni) disponibili per ciascun utente. Questo numero è solitamente la somma dei valori Max prestiti e Max prenotazioni indicati nella tabella precedente.

Numero prenotazioni aggiuntive

Indica il numero aggiuntivo di prenotazioni che possono essere soddisfatte superando le soglie di prestito configurate, senza però influenzare la quantità di documenti prestabili.

Le prenotazioni pendenti soddisfatte per utenti che hanno già raggiunto il limite di prestiti, restano in una condizione di pronto al prestito temporaneamente bloccato, in attesa che siano restituiti dei documenti, liberando così lo spazio utile per i nuovi prestiti.

Nel Banco prestiti e nella lista dei Pronti al prestito il sistema applica le quantità impostate nella tabella dei parametri: il numero di prenotazioni aggiuntive verrà conteggiato solo durante le fasi di calcolo delle prenotazioni soddisfacibili e fino allo stato di pronto al prestito.

Revoca automatica

Sono presenti alcuni parametri necessari a definire l'automatismo della Revoca automatica.

  • Revoca automatica dopo X giorni dalla scadenza, permette di impostare un determinato numero di giorni di tolleranza sul ritardo del prestito prima della disattivazione dell'utente;

  • Solleciti minimi prima di revoca automatica, permette di impostare un numero di solleciti minimi (inviati tramite Clavis) prima della disattivazione dell'utente. Se impostato a 0, un utente in ritardo che non abbia mai ricevuto un sollecito sarà revocato automaticamente;

  • Classi utente a cui non applicare la revoca automatica, permette di selezionare una o più classi di utente a cui non verrà mai applicata la revoca automatica. In questo senso, per non applicare mai la revoca automatica, è sufficiente selezionare tutte le classi

Sblocco novità locali

Impostando questo parametro è possibile “sbloccare” gli esemplari con classe di prestabilità Novità locale nel caso in cui non siano mai andati a prestito per un certo numero di giorni dalla data di inventariazione.
Una volta passato il numero di giorni indicato, a partire dalla data di inventariazione dell'esemplare, la classe di prestabilità dei documenti in Novità locale a 10/30/60/90 giorni viene automaticamente modificata in Prestabile, rendendoli così disponibili per l'interprestito.

Parametri di prestito extra-sistema

Per impostare alcuni parametri specifici sui prestiti extra-sistema.

  • Invia mail per rinnovo extra: se questa opzione è spuntata, viene automaticamente spedita una mail di avviso alla biblioteca prestante nel momento in cui viene effettuato un rinnovo su prestito extra-sistema;

  • Durata del rinnovo extra (giorni): il numero di giorni per i quali viene prorogato un prestito extra-sistema;

  • Biblioteca nodo extra: in questo campo è possibile specificare una biblioteca che funge da snodo per tutti i prestiti extra-sistema in entrata. In questo caso sarà solo questa determinata biblioteca a poter gestire l'arrivo del materiale, per poi smistarlo alle biblioteche interne che l'hanno richiesto.

Altri parametri

Circolazione a bacini

Spuntando l'opzione Circolazione per bacini il sistema viene impostato per la Circolazione per bacini.

  • la Distanza massima tra biblioteche, ovvero il numero massimo di bacini che saranno creati;

  • la Distanza massima per delimitare un bacino, ovvero a quale distanza le biblioteche verranno considerate come parte dello stesso bacino di circolazione.

Media package

La Dimensione massima media package indica il valore massimo per la scelta da tendina del numero di molteplicità, nella Scheda di dettaglio dell'esemplare.

MLOL

Impostazioni di autenticazione al servizio esterno Media Library OnLine.

  • API key: campo riservato alla chiave di identificazione per il servizio;

  • Portal ID: identificativo univoco del portale.

Gestione privacy operatori

Questa sezione permette la gestione di un controllo di accettazione della normativa privacy da parte degli operatori a livello di sistema.

All’interno dell’editor Testo normativa privacy è possibile inserire il testo della normativa privacy che deve essere visionato e accettato dagli operatori del sistema. Cliccare il pulsante Salva per convalidare il testo.

Controllo accettazione privacy per gli operatori

Spuntando l’opzione Attivazione del controllo accettazione privacy viene effettivamente abilitato il controllo di accettazione e il testo della normativa personalizzato comparirà a tutti gli operatori del sistema, i quali dovranno cliccare sul pulsante Accetta per poter continuare a utilizzare il programma.

I contatori all’interno della sezione segnalano il numero di operatori che hanno accettato la normativa e quelli che non l'hanno ancora accettata.

Nel caso ci fossero aggiornamenti o modifiche alla normativa privacy, e si volesse sottoporre nuovamente la visione (e l’accettazione) del testo, è possibile azzerare il contatore di operatori che hanno accettato la normativa riproponendo così il messaggio di avviso, cliccando il pulsante Reinizializzazione globale accettazioni.

Parametri di sistema

In questa sezione sono riportati tutti i parametri necessari all'applicazione per funzionare correttamente.

Indirizzi

Vengono mostrate in sola lettura le informazioni di connessione al database e a Solr:

  • DNS database, indirizzo del database in uso;

  • Solr, indirizzo del server Solr in uso;

  • Versioni attuali di: database, standard UNIMARC (codici ed etichette).

Generale

In questa sezione vengono mostrati e possono essere modificati alcuni parametri generali e di connessione a servizi di terze parti.

  • Modalità manutenzione: se spuntato, imposta il programma come “in manutenzione”, sostituendo il Login con un avviso e bloccando l’accesso a Clavis;

  • Indirizzo base: l'indirizzo base usato da Clavis, ovvero la parte dell'URL che viene prima di index.php;

  • URL OPAC: l'indirizzo base dell'OPAC collegato all'installazione di Clavis. Attualmente viene usato solo per impostare il pulsante OPAC in alto a destra (accanto all’azione Logout);

  • Titolo sito: la stringa utilizzata come parte iniziale nel titolo della pagina (il tag <title> dell'<head>);

  • Sottotitolo sito: è possibile specificare anche un sottotitolo;

  • Cliente: denominazione del cliente del sistema attuale;

  • Indirizzo admin: l'indirizzo e-mail dell'amministratore principale del programma. Viene utilizzato come mittente per le e-mail nel caso sia scelto il mittente system;

  • Indirizzo bugreport: l'indirizzo e-mail al quale vengono spedite le notifiche automatiche di errore generate da Clavis;

  • Indirizzo coverserver: l'indirizzo del server centralizzato per il recupero delle copertine;

  • Indirizzo NetManager: nel caso sia utilizzato Netmanager per la navigazione in biblioteca, in questo campo va inserito l'indirizzo assegnato al sistema;

  • Indirizzo ClavisClient: nel caso siano utilizzate Dispositivi per la tecnologia RFID integrate tramite ClavisClient, in questo campo va inserito l'indirizzo standard per il dialogo con il componente;

  • Porta ClavisClient: la porta utilizzata da ClavisClient, nel caso sia in uso dal sistema;

  • URL database libri in commercio: campo non più utilizzato;

  • HTML Header: consente di inserire una personalizzazione all’interno dell’Header;

  • HTML Start Body: consente di inserire una personalizzazione all’inizio del Body;

  • HTML EndBody: consente di inserire una personalizzazione alla fine del Body.

Formattazione e limiti

In quest’area è possibile impostare i limiti nell’impostazione dei campi e la loro formattazione.

  • Scadenza messaggi interni: il numero di secondi al termine dei quali un messaggio interno viene cancellato;

  • Scadenza presa in gestione prenotazione: il numero di secondi al termine dei quali una prenotazione in stato In gestione viene riportata in stato Pendente (ad esempio, perché l'operatore non ha potuto completarne la gestione). Di default è impostato a 14400 (cioè 4 ore);

  • Valuta del sistema: la valuta da utilizzare per tutte le operazioni di tipo economico nel modulo Acquisizioni;

  • Prezzo massimo per acquisto: il limite massimo del prezzo impostabile nella scheda dell’esemplare;

  • Anni da aggiungere alla data corrente come limite nei campi di immissione date: il numero di anni, oltre l’anno corrente, visualizzati nei calendari attraverso i quali impostare le date;

  • Limite anni per anonimizzazione utente: il limite massimo di anni di inattività dell’utente oltre il quale il programma consente la sua anonimizzazione;

  • Canali di comunicazione abilitati: permette di abilitare o disabilitare i canali di comunicazione a disposizione per notifiche, solleciti e comunicazioni agli utenti.

Automatismi

In questa sezione è possibile attivare o disattivare alcuni automatismi del programma.

  • Compila collocazione su nuovo esemplare: se spuntato, all'aggiunta di un nuovo esemplare, il campo collocazione sarà precompilato con un valore calcolato sulla base della classe e della responsabilità della notizia a cui è aggregata;

  • Abilita scadenza diritti su tessera scaduta: se spuntato, verifica la scadenza della tessera utente così come riportata nel campo Scadenza; nel caso in cui sia stata superata tale data, l'utente viene automaticamente portato da Abilitato al prestito a Diritti scaduti;

  • Abilita revoca automatica su prestiti in ritardo: se spuntato, permette di abilitare l'uso della revoca automatica, utilizzando i parametri impostati in precedenza;

  • Stampa automatica ricevuta prestito (Zebra): se spuntato, effettua la stampa automatica della ricevuta di prestito a seguito di un prestito correttamente eseguito;

  • Stampa automatica notifica prenotazione (Zebra): se spuntato, effettua la stampa automatica della notifica di prenotazione a seguito di un rientro di esemplare con prenotazioni a carico.

Notifiche

Questa sezione permette di abilitare o disabilitare alcuni automatismi e impostazioni predefinite legate all’invio di comunicazioni all’utente.

  • Mittente default (mail): il mittente predefinito per l'invio delle mail (modificabile in fase di spedizione):

    • librarian: l'operatore che effettua l'invio;

    • library: la biblioteca attuale dell'operatore che effettua l'invio;

    • system: l'indirizzo e-mail del sistema (configurato nella sezione "Generale").

  • Mittente default (sms): il mittente predefinito per l'invio di SMS (modificabile in fase di spedizione):

    • libraryphone: il numero di telefono della biblioteca attuale dell'operatore che effettua l'invio (fino a max 11 caratteri);

    • librarylabel: il valore riportato nel campo shortlabel della biblioteca attuale dell'operatore che effettua l'invio (fino a max 11 caratteri);

    • system: il valore dell'etichetta del Consortia attuale.

Per evitare di essere considerato spam, viene consigliato l’uso di un dominio unico per ogni installazione Clavis.

  • Invio automatico mail per revoca automatica: se spuntato, e se l'automatismo di revoca automatica è stato attivato, verrà inviata una mail di notifica a fronte della revoca stessa;

  • Invio automatico mail per avviso prestito in scadenza: se spuntato, abilita l'invio automatico di una mail di avviso su prestiti in scadenza; il numero di giorni alla scadenza è configurabile nella voce Avviso possibile da nell’area dei parametri di prestito;

  • Invio automatico mail per sollecito prestito scaduto: se spuntato, abilita l'invio automatico di una mail di sollecito il giorno successivo alla scadenza di un prestito;

  • Invio automatico mail per materiale pronto al prestito: se spuntato, ogni volta che un esemplare sarà posto in stato Pronto al prestito l'utente verrà automaticamente notificato via mail;

  • Invio automatico mail per materiale pronto al delivery: se spuntato, ogni volta che un esemplare sarà posto in stato Pronto al delivery l'utente verrà automaticamente notificato via mail.

Tutte le azioni di invio automatico mail vengono eseguite solamente per gli utenti con una mail valida registrata.

ADMIN: autorizzazione per modifiche a profili e ai legami a biblioteche degli operatori

Permette di personalizzare l’autorizzazione di ogni profilo a modificare gli altri profili e i legami con le biblioteche di altri operatori, spuntando le singole voci.

Altre opzioni

Permette di impostare ulteriori parametri di default.

  • Stato di visibilità dei nuovi scaffali, con la possibilità di selezionare lo stato di visibilità di default per i nuovi scaffali;

  • Profilo predefinito per i nuovi operatori;

  • Ruolo predefinito nella biblioteca;

  • Termini come soggetti: permette di utilizzare una qualsiasi voce dell'authority file come soggetto di una Notizia;

  • Rinnovo da ora: nel caso sia spuntato, la durata del rinnovo di un prestito verrà conteggiata dal momento del rinnovo stesso; in caso contrario, verrà calcolata a partire dalla data di scadenza del prestito;

  • Nascondi notizie senza esemplari: in caso sia spuntato, in Ricerca catalogo verranno nascosti in maniera predefinita tutti i titoli senza esemplari collegati;

  • Mostra sempre pulsante 'Crea nuova notizia': in caso sia spuntato, in Nuova notizia verrà sempre mostrato anche il pulsante Crea nuova notizia, senza l'obbligo di eseguire una ricerca preventiva;

  • Spunta legami su importa dettagliato: definisce se per default le spunte sull'importazione dei legami in Importa dettagliato siano attive o meno;

  • Abilita controllo accessi utenti: abilita o meno la sezione Gestione presenze utenti.

Configurazione

Come la precedente, questa sezione riporta diverse informazioni di configurazione necessarie al funzionamento dell’applicativo.

Applicazione

Sono raccolte le configurazioni del programma.

  • Application ID: l'ID univoco dell'instanza di Clavis;

  • Modalità: è possibile scegliere tra 3 diverse modalità d'uso dell'applicazione. Per un ambiente in produzione si raccomanda la modalità Normal;

  • Timeout sessione: il tempo di inattività (in secondi) per la sessione di un operatore al termine del quale viene disconnesso dal sistema (di default 21600);

  • Motore cache: il motore di caching;

  • Motore crypt: il motore di crittografia delle password;

  • IP permessi extaut: gli indirizzi IP (tramite wildcard o serparati da virgola) abilitati all'uso di Clavis come autenticatore;

  • IP permessi SOAP: gli indirizzi IP (tramite wildcard o serparati da virgola) abilitati all'uso dell'interfaccia SOAP di Clavis;

  • IP permessi SOAP iLibrary: gli indirizzi IP (tramite wildcard o serparati da virgola) abilitati all'uso dell'interfaccia SOAP per iLibrary;

  • IP permessi SOAP SafeSurf: gli indirizzi IP (tramite wildcard o serparati da virgola) abilitati all'uso dell'interfaccia SOAP per Netmanager.

Solr

Permette di modificare l'indirizzo e il nome del Solr utilizzato per l'indicizzazione del catalogo.

  • Indirizzo: l'indirizzo del server Solr;

  • Nome del database: nome del catalogo Solr.

Mail e SMS

Permette di modificare le impostazioni su server e provider di mail e sms.

  • Server mail: l'indirizzo del server SMTP per l'invio della posta elettronica;

  • E-mail di sistema: l'indirizzo mail di sistema;

  • SMS auth user: il nome utente fornito dal provider del servizio SMS integrato;

  • SMS auth password: la password fornita dal provider del servizio SMS integrato;

  • SMS mittente: la stringa per il mittente di sistema.

SBN

Questa sezione permette di abilitare il modulo SBN, attivando così le diverse integrazioni di dialogo con l'Indice.

  • Abilitato: abilita o disabilita il modulo (necessario logout e nuovo login);

  • Utente SBN: il nome utente fornito al Polo;

  • Password SBN: la password fornita al Polo;

  • Indice: permette di specificare se la connessione avviene all'Indice di esercizio o di test;

  • Prefisso nodo: il prefisso del Polo;

  • Biblioteca di default: il codice del Polo per l'invio di messaggi all'Indice;

  • Stati esemplare per localizzazione massiva: quando viene utilizzata la funzione di localizzazione massiva verranno localizzati solo gli esemplari negli stati selezionati.

Netmanager

Consente di modificare alcuni parametri del modulo Netmanager.

  • Criteri di calcolo del tempo usato: permette di selezionare la suddivisione del tempo usato dall’utente, spuntando le opzioni Biblioteca, Risorsa, Gruppo;

  • Url radius RPC: indirizzo del server di accesso di autenticazione remoto.